FINANZA STRAORDINARIA

Rafforzare le fonti consolidate del passivo di bilancio delle imprese rappresenta oggi uno degli obiettivi fondamentali per sostenere gli investimenti finalizzati al processo di ripresa industriale post Covid – 19.

Nell’ambito del processo di valutazione delle esigenze finanziarie strutturali della propria clientela, Aritma è in grado di valutare:

  • la capacita di indebitamento dell’azienda sulla base del merito creditizio e delle prospettive di business
  • la capacità di ottenere credito a medio-lungo termine e di accesso al canale bancario
  • l’eventuale necessità di ricorrere a canali alternativi di debito (mini bond) valutando costi/opportunità in relazione al fabbisogno finanziario in termini di struttura ed entità
  • l’eventuale necessità di ricorrere ad investitori in equity o direttamente al mercato dei capitali (Euronext Growth Milan) qualora il ricorso al debito non risultasse consono o opportuno per il finanziamento dei progetti aziendali.

I servizi offerti da Aritma nell’ambito dei canali alternativi al credito bancario sono i seguenti

Mini bond e cambiali finanziarie

  • Studio di fattibilità: individuazione dei fabbisogni, analisi degli strumenti di credito bancario alternativi, valutazione costi/opportunità, analisi di merito creditizio in funzione dei bilanci e dei piani aziendali
  • Assistenza nelle procedure di rating e di certificazione del bilancio qualora necessarie, se già non disponibili
  • Elaborazione business plan e documentazione finalizzata alla presentazione aziendale per il prospetto informativo
  • Assistenza nei rapporti con la Banca o la SIM prescelta per le attività di sponsor, ricerca investitori, quotazione.

Private equity

  • Analisi di opportunità per l’identificazione dell’eventuale alternativa di equity per il finanziamento dei progetti aziendali
  • Elaborazione business plan e documentazione finalizzata alla presentazione aziendale per potenziale investitore
  • Ricerca dell’investitore
  •  Consulenza finanziaria in fase di valutazione d’azienda e trattativa sulle condizioni di ingresso dell’investitore.

Borsa (Euronext Growth Milan)

  • Analisi della fattibilità dell’operazione di quotazione
  • Assistenza nella scelta del Nomad e degli altri soggetti del team di quotazione
  • Predisposizione del piano industriale della società e information memorandum
  • Definizione di una valutazione preliminare della società da condividere con il Nomad/Global Coordinator
  • Supporto alla redazione del documento di ammissione e degli altri documenti necessari
  • Assistenza durante il roadshow
  • Coordinamento team di consulenti durante l’intero processo di quotazione

Aritma si propone inoltre come interlocutore qualificato per operazioni di M&A e “Business development”, offrendo i seguenti servizi:

  • Consulenza nell’individuazione di nuove possibilità di business attraverso accordi industriali e societari
  • Ricerca di controparti: potenziali acquirenti e aziende target
  • Valutazione d’azienda. Metodi utilizzati: “trading multiples” attraverso l’analisi dei peers quotati a livello globale; “comparable transactions” attraverso l’analisi delle operazioni di M&A concluse nel settore di riferimento (ivi compresi deal sponsor-backed); “DCF – discounted cash flow”
  • Organizzazione eventuale operazione di finanziamento per l’acquisizione
  • Assistenza in fase di perfezionamento degli accordi contrattuali
  • Gestione di progetti di integrazione post M&A

Il processo di valutazione d’azienda costituisce una delle attività distintive di Aritma

L’intervento e l’assistenza svolta da ARITMA* hanno ad oggetto le seguenti attività:

I.     Acquisizione e analisi della base informativa

  1. acquisizione documentazione ed altri elementi informativi rilevanti ai fini della valutazione inerenti al settore, all’arena competitiva di riferimento, alle strategie aziendali, ai dati contabili e al piano economico-finanziario
  2. verifica obiettività e attendibilità della base informativa

I.    Applicazione dell’analisi fondamentale

  1. studio dell’evoluzione storica dell’oggetto della valutazione e dei suoi driver di valore
  2. esame critico delle previsioni economiche e finanziarie e delle assumption sottese (se disponibili)
  3. esame dei fattori di rischio

III.  Apprezzamento dei principali fattori di rischio

  1. apprezzamento rischi connessi a condizioni ipotetiche
  2. apprezzamento rischi insiti nelle previsioni economiche-finanziarie sulle quali si basa la valutazione
  3. apprezzamento ulteriori rischi che possano avere ripercussioni sulla valutazione
  4. individuazione modalità di trattamento dei principali rischi rilevati

IV. Applicazione di una o più delle seguenti metodologie,compliant con i Principi Italiani di Valutazione, e relative attività, tenuto conto della base informativa, dei dati disponibili, della coerenza con il settore e la dimensione in cui l’impresa opera. A titolo esemplificativo, le fasi e i metodi che potranno essere utilizzati sono i seguenti:

a. Discounted Cash Flow Analysis o Flussi reddituali (metodo principale)

  • proiezione dei flussi di cassa unlevered annui prospettici sulla base dei dati del piano economico-finanziario
  • stima del tasso di attualizzazione (costo medio ponderato del capitale) tenendo conto di eventuali fattori di rischio rilevati
  • calcolo del valore attuale dei flussi di cassa
  • determinazione del Terminal Value attualizzato (mediante Exit Multiple Method e Perpetuity Growth Method)
  • analisi di una sensitivity
  • determinazione di un range valutativo delle Società

b. Comparable Companies Analysis (primo metodo di controllo)

  • selezione dell’universo delle società quotate comparabili (sulla base del profilo di business ed economico-finanziario)
  • analisi dei dati finanziari consuntivi e attesi delle società selezionate (fonti: relazioni annuali e situazioni infrannuali, Equity Research, Press Releases e
  • News Run, Bloomberg Estimates)
  • Bridge Equity Value (capitalizzazione di mercato) to Enterprise Value (valore d’azienda) delle società selezionate
  • selezione degli indicatori più rappresentativi per l’analisi specifica e calcolo dei relativi multipli (e.g., EV/Sales, EV/EBITDA, EV/EBIT)
  • applicazione dei multipli ai parametri delle Società e determinazione di un range valutativo

c. Precedent Transactions Analysis (secondo metodo di controllo)

  • selezione dell’universo delle acquisizioni comparabili (M&A screen sulla base di settore, dimensione, natura del deal, periodo, area geografica, condizioni di mercato, natura del buyer (strategico o sponsor finanziario), tipologia del processo di vendita, purchase consideration structure)
  • analisi dei valori delle transazioni selezionate e dei dati economico-finanziari delle società target in esse coinvolte (ove disponibili)
  • determinazione del valore d’azienda delle società target selezionate
  • selezione degli indicatori più rappresentativi per l’analisi specifica e calcolo dei relativi multipli (e.g., EV/Sales, EV/EBITDA, EV/EBIT)
  • applicazione dei multipli ai parametri delle Società e determinazione di un range valutativo

V.     Costruzione di una razionale sintesi valutativa

  • applicazione di eventuali aggiustamenti relativi a componenti di natura economica (e.g., di gestione extra-caratteristica) e/o patrimoniale (e.g., surpuls assets) determinanti la valutazione
  • formulazione sintesi razionale dei risultati derivanti dalle metodologie applicate

VI.   Presentazione dei risultati della valutazione al cliente


* in casi particolari anche con la supervisione/coordinamento di un professionista esterno super partes altamente qualificato in analisi di bilancio e valutazioni d’azienda